sabato 17 luglio 2010

Prime patate


Le prime patate dell'anno sono state strappate alla madre terra. Avrei potuto aspettare ancora un paio di settimane. Ma mi serve un po' di spazio per le verze e le altre colture invernali.

Quest'anno  nonostante una scrupolosa pianificazioni degli spazi, non so piu` dove seminare le verdure. Due fattori concorrono a questo stato di cose. Ogni anno semino sempre un po' di piu`, e tendo a lasciare spazi siderali fra una verdura e l'altra.

Fissavo il campo e mi chiedevo dove diavolo avrei messo le verze i cavolfiori e i cavoletti di bruxelles. Unica soluzione valida, togliere qualche pianta di patata. Cogliere le patate e` un lavoraccio. Si fatica come bestie, sotto un sole rovente.

Per questo io l'adoro. Mi rilassa, sudo e butto fuori tutte le tossine. E alla fine della seduta di fitness orticolo non devo pagare niente, ma mi ritrovo con la dispensa piena di patate.

Quest'anno non sono male. La pezzatura non e` eccezionale. Ma sono tutte ben formate e sane. Sono riuscito a portarne via trenta kili. Facendo le dovute proporzioni e i giusti conti, dovrei riuscire ad arrivare a due quintali di patate.

Sembra tanto ma non e` nulla se paragonato al raccolto di Emilio. Che fra l'altro possiede anche una signora pesa. E non deve tirare ad indovinare come faccio io.


.

Se ti piace quello che scrivo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog! Per maggiori informazioni sui feed, clicca qui!

13 commenti:

Emilio Andena ha detto...

Grazie per la citazione, ma è bene precisare che il raccolto di quest'anno non è la norma: il mio record precedente (sempre seminando 15 kg) è di 270 kg, mentre l'anno scorso mi sono fermato a 150 kg.

manu' ha detto...

metti le mani sui vicini poderi incolti!!
Ti manca lo spazio anche per uno stagno e per una piccionaia!!(quando avro' un orto mio voglio assolutamente anche questi due gadget,tu no?)
E i fiori dove li metti?
consiglio lettura per l'estate:"Introduzione alla permacultura"di Bill Mollison e Reny Mia Slay edizioni Terra Nuova
ciaooooo

TroppoBarba ha detto...

@ Emilio Andena

Sono comunque cifre importanti. Aspetto la pesata per la conferma definitiva del nuovo record.

@ manu'

Non ci sono poderi incolti. Lo stagno mi piacerebbe, la piccionaia credo di no. I fiori non mi attraggono particolarmente. Preferisco piante che si mangiano o danno frutti.

D'estate non ho molto tempo per leggere. Lo metto in lista per questo inverno, grazie.

semola ha detto...

Anch'io ho raccolto alcune file di patate.
Alcune sono state attaccate da un verme bianco con la testa marrone, simile alla larva della cetonia dorata o maggiolino, ma più piccolo.
P.s Da me è pieno di poderi incolti... vieni pure.

* ha detto...

oh oh..ma è già ora di pensare all'inverno??? solo semina al momento o anche trapianto?
ps..io ho due verze attaccate da bruchi verdi e infestate da afidi!!sono la mia disperazione..sig

manu' ha detto...

in questo libro viene consigliata la coltivazione di fiori nel frutteto come strategia di riduzione dei parassiti,in quanto attrarrebbero insetti impollinatori,predatori di parassiti e uccelli insettivori,una scelta per niente estetica!Cosi' come viene consigliato di predisporre mucchi di pietre,cespugli e buche per l'insediamento di lucertole e rane!ciao

TroppoBarba ha detto...

@ semola

Ci posso mettere le api?

@ follettina

Due verze con un pizzico di pazienza le spulci a manina. All'inverno bisogna pensarci per tempo. Dopo e` troppo tardi.

@ manu'

Pietre cespugli e buche ci sono. I fiori ho quelli spontanei. Ma coltivare apposta dei fiori, non mi ci vedo. Comunque il libro lo leggo sicuramente... appena ho tempo. :-)

* ha detto...

mamma mia che acidume aleggia oggi..

semola ha detto...

Sei proprio scansafatiche... ho detto INCOLTI non INAPATI
Ormai vuoi far lavorare solo le api ... CAPITALISTA.

manu' ha detto...

ciao Troppabarba il libro parla di come progettare una fattoria efficiente e autosufficiente, magari ci saranno parti che non ti interesseranno,o solo non ancora,ma il pensiero generale di organizazzione e interscambio tra gli spazi e' interessante anche su una scala minore!
Ho bisogno di un consiglio:e' normale che la pan di zucchero sia piena di uova nere e di formiche?si puo' fare qualcosa?merci ciao!!!

TroppoBarba ha detto...

@ follettina

Are you talking to me?

@ semola

Ti posso giurare che e` la prima volta che mi chiamano capitalista. Lo so che scherzi, ma e` comunque un duro colpo. :-P

@ manu'

Uova nere? Non e` che si tratta della popo di qualche insetto o delle lumache? Le foglie sono mangiate? Le formiche non vengono a caso. O hai un formicaio nei pressi o c'e` qualcosa che le attira. E a dispetto del nome non e` la pan di zucchero. :-)

semola ha detto...

oK rettifico e specifico.
c - API - talista.
Proprietario di api.

TroppoBarba ha detto...

@ semola

Dittatore benevolo del piccolo apiario bucolico. Questo e` l'unico titolo che accetto.

Posta un commento