lunedì 30 marzo 2009

Venti giorni dopo


Nel post "Prezzemolo e insalata" che ho scritto il 10 di marzo. Avevo affermato con troppa leggerezza che in venti giorni avrei mangiato l'insalata. L'ortolano improvvisato mi aveva giustamente fatto notare che venti giorni erano troppo pochi per poter gustare l'insalata. Aveva pienamente ragione. Ecco come si presenta oggi l'insalatina:



La mia onesta` intellettuale mi impone questa rettifica. ;^) Comunque devo dire che sono abbastanza soddisfatto della mia piccola insalatina. Sono tre file di circa due metri, piantate nel terreno. L'unica pecca forse sono un po' troppo fitte.

Questo e` un mio brutto vizio che devo correggere. Mi sembra sempre di mettere pochi semi, poi alla fine spunta la giungla amazzonica e devo perdere le ore per sfoltire la boscaglia.

In compenso il prezzemolo e` spuntato in soli venti giorni. A me pare un record. Oggi l'ho scoperto, prima era sotto il tessuto non tessuto.




P.S.
Ma che nome e` tessuto non tessuto? Non c'era niente di piu` simpatico?


.

Se ti piace quello che scrivo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog! Per maggiori informazioni sui feed, clicca qui!

3 commenti:

l'ortolano improvvisato ha detto...

Tra una ventina di giorni potrai cominciare a sfalciare l'insalata. Per il prezzemolo dovrai pazientare ancora un po'.

funtanin ha detto...

Il T-N-T io lo chiamo "velo da sposa", ma devo capire come si chiama in inglese: loro sono sempre molto più sintetici.
Per il prezzemolo complimenti: non è facile averlo già a questa stagione ed in pochi giorni.
Insalata troppo fitta? Capita sempre anche a me, si accumula anche per l'effetto innaffiatura.

TroppoBarba ha detto...

Per il prezzemolo penso sia una questione di c**o. L'insalata ve lo faccio sapere appena la mangio :-)

Velo da sposa e` ancora troppo lungo. Adesso mi butto in rete e cerco il nome inglese. Spero di trovarlo.

Posta un commento