mercoledì 5 maggio 2010

Penso positivo


Ci provo. Vedo i rami dei kiwi spezzati. Resto un attimo basito, e poi ci provo. Penso positivo. Dieci secondi di sforzo mentale, ed ecco che forse ci riesco. Si sono spezzati i rami carichi di fiori? Bene non dovro` diradare i frutti, il vento ha lavorato per me.

Sembra funzionare. Ma questa e` solo la prima battaglia. Il nemico ha in serbo altre armi micidiali e il mio pensiero positivo comincia a vacillare. Questo sotto nella foto non e` lo Hwang Ho, come molti avranno pensato a prima vista. E` la strada che porta al campo.



Segue una serie impietosa di immagini che testimoniano l'allagamento del mio adorato orticello. Nelle fragole puoi coltivare il riso. Fragole che mal sopportano i ristagni di acqua. Fortunatamente avevo fatto degli scoli. Che ovviamente risultano pieni vista l'abbondanza delle precipitazioni.



Insalata e carotine appena spuntate. Sulle sponde del lago. Forse sono quelle che soffrono meno questa situazione.



Il melo resiste bene in terreni umidi, ma qui decisamente si esagera.



Non ho parole per le mie povere pomodore. Sono praticamente in mezzo a una palude. Impossibile avvicinarsi, si sprofonda nella fanga fino al ginocchio. Anche qui avevo fatto uno scolo, che come si vede ha esondato.



Ed ecco l'immagine piu` emblematica. Quella che da sola rende tutta la tristezza di questi giorni. Da una parte l'acacia con i bei fiori bianchi quasi aperti. E dall'altra due api morte annegate sul tetto dell'arnia.



Il meteo non da scampo, brutto tempo ancora per parecchi giorni. Stranamente sono abbastanza tranquillo. Questi sono eventi al di fuori del mio controllo. Non ci posso fare niente. Sono gli sbagli che commetto io che mi fanno innervosire. Quelli li posso evitare. Ho detto "abbastanza", forse e` un po' esagerato. Diciamo mediamente tranquillo.


.

Se ti piace quello che scrivo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog! Per maggiori informazioni sui feed, clicca qui!

13 commenti:

luby ha detto...

su dai, piccoli errori se ne fanno ogni anno.
capisco però il tuo stato d'animo...guardavo le foto e pensavo all'orto che ha mio suocero.anche lui stà come te.
ed il tempo ancora ne avrà per molto...
salveremo il salvabile...dopo...
io ho il mio orto sul balcone-coperto, ti garantisco che anche così anch'io ho avuto danni, piccoli, ma ne ho avuti...
ma è la natura che comanda, noi dobbiamo solo inchinare la testa e ringraziare.
prepara un bel paio di stivaloni.
un abbraccio
di cuore

semola ha detto...

Anche da noi piove, ma essendo il mio orto in collina "tutto scorre" per cui l'acqua non ristagna. Tuttavia essendo al lavoro fino a sabato non conosco l'entità dei danni. Mi consolo così "Occhio non vede.. cuore non duole"

Sky ha detto...

Come ti capisco... qui piove da far paura, sembra sia ora di preparare l'arca!! :(
Il mio orto è solo leggermente meno allagato del tuo, ma la situazione è decisamente grave. Oggi ha smesso di piovere per 3 ore ma sta x ricominciare... mi sto per precipitare fuori a raccogliere i rapanelli, quelli ormai sono pronti e a lasciarli giù rischio solo che marciscano!
Ho 12 piantine di pomodori e altrettante di melanzane da 10 giorni pronti al trapianto... stanno soffrendo nei micro-vasetti del vivaio, iniziano ad afflosciarsi... che fare? Li metto in terra nonostante il pantano? Forse meglio se li metto in vasetti più grandi e li tengo al coperto... ma come lo prenderanno, il doppio trapianto?? Boh... :(
Facciamoci coraggio, non possiamo proprio fare nulla contro questa alluvione e guardare le previsioni del tempo è altamente sconsigliato: ci sono solo brutte notizie all'orizzonte! Io, per me, sai che faccio quando guardando fuori mi sento sconsolata e depressa? Mi faccio una bella cioccolata con panna e apro un libro... meglio prenderla con filosofia! ;)

irene ha detto...

Sig Sig certo che queste desolanti fotine, che ricordano troppo da vicino il mio orto, non mi aiutano a trovare un punto di equilibrio, ma semmai mi spingono ancora di più nella preoccupazione dell'orticoltore principiante. Mi consolo però pensando che le mie piantine sono forti, vogliono bene alla mamma e avranno presto dei fratellini da balcone....sono arrivati i semi del mio ultimo scemissimo esperimento: i mini cavolfiori. buona giornata piovosa. irene

Edera ha detto...

Anche qua stessa situazione: pantano. Per fortuna che l'orto, essendo in gran parte pacciamato con lapaglia, drena bene. Le mie povere pomodore sono in attesa di trapianto, soffrono nei loro vasettini, così come le melanzane.
Volevo seminare in campo il tagete, e i peperoncini di cajenna.
Ma qua sembra novembre.

Speriamo che si rimetta presto il tempo, non possiamo far altro che sperare.

Emilio Andena ha detto...

Sul mio orto sono caduti 67 mm di acqua ma il terreno sciolto li ha bevuti tutti, qualche ramo di kiwi e di uva spezzati sono gli unici danni...per me è più facile pensare positivo.

Anonimo ha detto...

a me spiace di più, per le povere apine, le piantine, magari si riprendono, appunto, pensa positivo!!!!

TroppoBarba ha detto...

@ luby

Stivaloni pronti, e TB pronto a scattare come una molla appena il tempo lo permette. Ringraziare? Per adesso "urlo contro il cielo". ;^)

@ semola

Attento che se scorre troppo si chiama frana. Scherzo, spero sia tutto in ordine. :-)

@ Sky

Ti dico quello che farie io. Le melanzane le rinvaserei. Se lo fai con tutto il pane di terra non avranno conseguenze. Adesso fa troppo freddo e il fango non aiuta le radici. Per non parlare delle lumache che andrebbero a nozze con le tue piantine. E con questo tempo sono loro che la fanno da padrone. Questo e` solo un consiglio, poi valuta tu quello che devi fare.

@ irene

Che sono i mini cavolfiori? E perche` dovrebbere essere scemo questo esperimento? Necessito piu` input.

Non preoccuparti per le tue piantine, alla fine tutto si risolve. Se bastesse un po' di acqua per far morire tutto non ci sarebbe piu` vita sul pianeta.

@ Edera

Pacciamare sempre e comunque. Il maltempo mi ha preso in contropiede e non ho potuto farlo coi pomodori. I miei peperoncini si sono fermati. Mi guardano confusi e sembrano dirmi "Porcazza miseria ma in che stagione siamo?"

@ Emilio Andena

Cosi` son capaci tutti. :-P

Come le misuri le precipitazioni?

@ Anonimo

Quale anonimo sei?

Anche le api si riprenderanno. Non quelle due morte, ma l'alveare nel suo insieme.

Emilio Andena ha detto...

Nell'orto ho un piccolo pluviometro..ieri pomeriggio ha raccolto altri 10 mm (puoi vedere una foto nel mio post del 10 marzo)....il tuo terreno si prenderà la rivincita quest'estate quando il mio avrà sempre sete...non molto lontano da me ci sono terreni dove il mais lo irrigano una volta, l'anno scorso il mio l'ho irrigato sei volte!!

Irene ha detto...

I mini-cavolfiori sono un esperimento perchè ne ho letto sull'enciclopedia della Royal Holticultural Society che li consigliava per gli spazi ristretti come balconi, terrazzi e piccoli orti. Io in realtà me ne sono interessata perchè il cavolfiore mi piace, ma in casa sono l'unica a mangiarlo.....e capisci che dopo aver mangiato un cavolfiore di 2kg tutto da sola, l'idea di averne uno più piccino mi interessa molto. Comunque per poter provare questo esperimento devo aspettare la fine della alluvione grrrr.
Ciao Irene

TroppoBarba ha detto...

@ Emilio Andena

Interessante il pluviometro. Ci faccio un pensierino. Aspetto con ansia i giorni della rivincita. ;^)

@ Irene

Molto interessante. Tienimi aggiornato.

Anonimo ha detto...

sono io, l,anonimo, sono maria, solo che non mi va, ogni volta di scrivere nome e password, ti dispiace?

TroppoBarba ha detto...

@ Maria

Ci sono molti modi autoMagici per gestire il login. Comunque anche un semplice "Maria" alla fine va benissimo.

Mi serve per capire chi dice cosa. Ho un piccolo taccuino nero su cui metto i nomi di chi mi critica. ;^)

Posta un commento