sabato 7 novembre 2009

Pazienza


Non ci speravo quasi piu` ormai. Invece ecco il primo raccolto di cavoletti di bruxelles. Non saranno tanti, non saranno belli ma saranno mangiati con gusto dal sottoscritto. Li ho raccolti sotto una pioggia che non da' tregua.


Ultimi tre cachi rimasti su un totale di sette. Annata magra. Non sono ancora perfettamente maturi, ma visto il tempo che gira ho pensato fosse meglio toglierli. Continueranno a maturare sicuri e al caldo dentro casa.

Piccola riflessione di novembre. A volte penso che si abbia troppo fretta di togliere le colture improduttive. Io non avrei messo un euro sulle mie piante di cavoletti. Eppure oggi hanno dato frutto. La frenesia sta entrando nei nostri orti. Produci? Ti lascio al tuo posto. Smetti di produrre? Ti tolgo il giorno stesso.

Ho potuto cogliere le zucchine fino a novembre per il semplice, e non scontato, fatto che avevo lasciato le piante a dimora. Abbiate un po' piu` di pazienza con le vostre colture. La fiducia viene sempre ripagata. Non sono distributori automatici, ma creature viventi. Se penso alle piante e agli alberi nel campo, non posso fare a meno di pensarli come amici.


.

Se ti piace quello che scrivo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog! Per maggiori informazioni sui feed, clicca qui!

2 commenti:

marino ha detto...

I miei cavoletti sono come chicchi di caffè,quanto dovrò pazientare.....
Ciao

TroppoBarba ha detto...

@ Marino

Solo il tempo necessario...

Posta un commento