lunedì 30 novembre 2009

Fiori fuori stagione


Sono ormai un paio di anni che registro fioriture fuori stagione. Questa volta e` il turno del susino o prugno. Il fantasma del cambiamento climatico entra prepotentemente in scena. Ma il dubbio rimane. Sono io che sono diventato piu` attento, e vedo particolari che prima mi erano sempre sfuggiti? Certamente una fioritura, anche se solo di pochi fiori, alla fine di novembre non e` "normale".

Non si puo` certo negare che questo sia un inverno particolarmente mite. Qualcun altro puo` segnalare eventi di questo genere? I vostri alberi da frutto hanno fioriture molto fuori stagione? E' innegabile che le attivita` umane hanno un impatto rilevante sulla natura e sul clima. Siamo gia` al punto di non ritorno, devo cominciare a preoccuparmi?


Anomalie che non vengono sempre per nuocere. I cavoletti di bruxelles dati per spacciati, non solo di sono ripresi ma stanno dando ottimi risultati. Non chiedetemi trucchi o formule magiche. Trattasi solo di un mix fra pazienza e culo.




.

Se ti piace quello che scrivo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog! Per maggiori informazioni sui feed, clicca qui!

21 commenti:

funtanin ha detto...

Concordo pienamente sul mix: le stesse cose fatte nello stesso momento e nello stesso modo, in anni diversi danno risultati diversi.
Bisogna rassegnarsi.

novelinadelorto ha detto...

da me ci sn le magnolie che hanno i boccioli ma quella che fa in primavera prima i fiori poi le foglie poi 1 altro giro di foglie...credi che farrano in tempo ad aprirsi?a quanto vedo io dalle mie parti commincia a venire il freddo tra 2 giorni speriamo bn x l'orto speccialmente x i miei ravanelli che stanno crescendo cosi bn...:-)

Edera ha detto...

Io ho avuto fino a due giorni fa delle rose in boccio nel giardino. E ti ricordo che sto a 900 mt di altitdine, e mi pare proprio di noaverle mai viste in dicembre.
Ieri sera mi sono accorta che il lillà accanto alla porta di casa è pieno di bocci di foglioline nuove. E ha appena perso quelle vecchie, che ho rastrellato insieme a quelle di castagno secondo il metodo zen ;)

Non so se è il clima, o la disattenzione mia.
Però ieri sera da me era freddissimo, 1 grado e mezzo.

p.s. lo so che non hai mai coltivato meloni ma solo angurie e non mi ero sbagliata. Solo che immagino il melone come cugino stretto dell'anguria, e ti credevo un esperto anche di questo, per somosi orticola :)

Edera ha detto...

Ehm, OSMOSI volevo dire, mi è uscito un termine dislessico lì sopra.

TroppoBarba ha detto...

@ Edera

Inquietante. I cosidetti cambiamenti climatici mi vedono oscillare tra la piu` completa e insana paranoia, e la voglia irrefrenabile di scherzarci sopra.

Premetto che non so nulla di meloni, quindi quello che diro` e` da prendere con le molle. Quando ho cominciato con le angurie, in pratica quest'anno, ho fatto alcune ricerce. E ogni tanto mi imbattevo anche nei meloni. Da quel poco che ho letto mi sento di poter affermare che coltivare i meloni e cosa diversa dal coltivare angurie.

Somosi, termine vagamente vedico. Che mi e` costato dieci minuti di googlate. Poi ho letto il tuo secondo commento, e ho capito quanto la fretta sia un brutto vizio.

Adesso mi restano dieci minuti in meno e` una parola nuova a cui posso dare un significato. Si accettano suggerimenti.

Lux ha detto...

Ciao, io vi batti tutti per le stranezze dovute ai cambiamenti climatici. Il ciliegio dopo aver perso le foglie tre settimane fa, ha fiorito come in primavera ed ora è bello verde come in estate. Lo stesso vale per le rose, non erano così fiorite nemmeno a maggio.
Complimenti per i cavoletti..eh si, ci vuole anche culo. Sarà forse il caldo che fa qui, ma io dai miei cavoletti non ci ho ricavato niente se non le foglie che do al coniglio.

TroppoBarba ha detto...

@ Lux

Ti va di mandarmi una foto del tuo ciliegio fiorito? Il mio indirizzo e` troppobarba@gmail.com

Quando dici "qui" cosa intendi? Dove lo coltivi il tuo orto?

Hai ragione sono troppo curioso. Libero di ignorarmi. Ciao. :-)

sara ha detto...

ciao, ho visto che hai sperimentato la coltivazione dei cavolini e dei cachi. Mi piacerebbe mettere nel frutteto un alberello di caco mela, il tuo è di quel tipo? Invece per quanto riguarda i cavolini, è una piante che necessita di cure particolari?
Vedo che sei un esperto ma soprattutto un appassionato :-)
Sara

TroppoBarba ha detto...

@ Sara

Benvenuta!

Del caco mela non ti posso dire niente. Sinceramente e` la prima volta che ne sento parlare. Da una breve ricerca risulta essere un incocrio fra caco e mela, chi l'avrebbe mai immaginato ;^)

Per i cavoletti, come ho scritto nel post, l'essenziale e` il famoso mix di pazienza e culo.

Sono un appassionato, e mi piace parecchio quando mi chiamano esperto. Ma la realta` parla chiaro, sono solo un empirico e approssimativo coltivatore.

sara ha detto...

Ciao, si il caco mela ha la consistenza della mela e non si sapore del caco classico :-)
Molto buono. Visto il successo dell'albero di cachi che ho in giardino volevo provare anche con il caco mela, o forse caco vaniglia, non sono ancora riuscita acapire se sono due diversi frutti o se è unico ma con nomi diversi.
Per i cavolini ci penserò, domani valuto quali saranno le nuove piantine del 2010 oltre alla zuccanguria che proverai anche tu a mettere giusto?
Buon lavoro ;-)

TroppoBarba ha detto...

@ Sara

Se per zuccanguria intendi l'anguria innestata nella zucca, allora la risposta e` si. Caspita che fantasia pero`. :-)

sara ha detto...

Non ho messo io il nome a questo strano frutto/ortaggio. Mi hanno dato una zuccanguria, ho tolto i semi per fare le piantine e con il frutto ho fatto la marmellata. Molto particolare. Tu cosa intendi fare? Un innesto?

TroppoBarba ha detto...

@ Sara

Esatto. Innesto l'anguria nelle radici della zucca come spiegato qui:

http://www.florablog.it/2009/08/05/linnesto-dellanguria-sulla-zucca/

sara ha detto...

Sono andata a leggere il post che mi hai indicato. Non ho esperienza di innesti, ma da quelche ho capito il risultato ti permette di avere un'anguria + forte e migliore per diversi aspetti. Invece quella di cui parlo io non è un'anguria, si tratta di zuccanguria, non la si può mangiare cruda e può essere solo cotta. Da qul che ne so io per fare marmellata. Probabilmente sono due cose diverse vero?

TroppoBarba ha detto...

@ Sara

Non so nulla della zuccanguria di cui parli tu. E la prima volta che la sento nominare. Google mi restituisce solo pochi siti di cui si parla della marmellata di zuccanguria. Ti piacciono questi incroci strani? Cacomela, zuccanguria, carotarassaco...

sara ha detto...

:-)
Non prendermi in giro!!!
non è che mi piacciono questi incroci strani, il cacomela lo trovi vicino al caco al supermercato e come consistenza lo preferisco al caco. La zuccanguria è una novità anche per me. Non so da dove arrivi, anche io non ho trovato dati. Proprio mentre cercavo qualche informazione su "zuccanguria" sono finita sul tuo blog dove parlavi dell'innesto!!!

TroppoBarba ha detto...

@ Sara

Al supermercato ci vado solo se mi puntano una pistola.
L'ironia e` una componente essenziale del TroppoBarba, ci devi fare l'abitudine se continui a leggermi. ;^)
W la zuccanguria se mi procaccia nuovi e simpatici lettori. :-)

sara ha detto...

:-) tranquillo, non c'è problema. leggerò con piacere e cercherò di apprendere cose nuove e di seguire i tuoi progressi di innesto. Buona coltivazione.

TroppoBarba ha detto...

@ Sara

Grazie. :-)

Anonimo ha detto...

vorrei sapere come si chiamano esattamente i cavoli di bruxelles indicati in foto. Sto cercando i semi su ebay. Potete mandarmi una email a trovate[at]libero.it [at] sta per @

TroppoBarba ha detto...

@ Anonimo

Vuoi una risposta certa e definitiva? Si?
Boh!!! Non mi ricordo. Ciao :-)

Posta un commento