venerdì 18 giugno 2010

La prima pesca




Si sente il profumo?




.

Se ti piace quello che scrivo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog! Per maggiori informazioni sui feed, clicca qui!

7 commenti:

blogredire ha detto...

Complimenti vecchio mio!non ho ancora una pianta di pesco,secondo te che varietà potrei mettere a dimora il prossimo autunno?

Emilio Andena ha detto...

E'da qualche giorno che l'aria che arriva da Bergamo porta temporali e profumo di pesca...avevo sospetti sulla fonte del profumo!!

Anonimo ha detto...

embè!! che te lo dico a fare? Maria

* ha detto...

concordo con emilio ma io non avevo dubbi anche sulla fonte dei temporali... ;>

losmogotes ha detto...

anche qui sul garda soffia un venticello dolce. adesso si capisce. grazie del pensiero, perchè noi quest'anno dovremo accontentarci così: il pesco si è rifiutato di fare frutti.

TroppoBarba ha detto...

@ blogredire

La pesca e` una pianta adorabile, e i suoi frutti sono probabilmente i piu` dolci e succosi. Putroppo e` una pianta assai complicata. Preparati a sudare.

Con questo non voglio scoraggiarti. La pesca non puo` mancare nel tuo orto. Poi c'e` tutto un lunghissimo discorso da fare sui portainnesti.

Non ci sono piu` i portainnesti di una volta. Adesso si preferisce portinnesti che danno frutti grossi, con pochi pollini, bla bla.

Anche le varieta` fra cui si puo` scegliere sono sempre meno. Per questo motivo sto cercando di farmi strada nel difficile cammino dell'innesto fatto in casa.

Fortunatamente quest'anno ho le api che mi tengono sveglio la notte. Non ho altro tempo da decicare agli innesti.

Per rispondere alla tua domanda direi, una qualsiasi a pasta bianca se ti piacciono le pesche dolcissimi. Una qualsiasi a pasta gialla se vuoi pesce enormi.

@ Emilio Andena

:-)

@ Maria

E` sempre meglio non dirlo. :-)

@ follettina

Stai parlando di me? :P

@ losmogotes

I fiori li aveva?

* ha detto...

":))))
certo che sì...e chi altri sennò :p

Posta un commento