sabato 27 marzo 2010

Carpocapsa e BarbaLab


Oggi gran fermento al BarbaLab. Sono stati iniziati due importanti test per la lotta alla carpocapsa. Quel simpatico lepidottero che ha il brutto vizio di rovinare la frutta quando e` allo stato larvale. Colpisce soprattuto le pomacee. La tignola e` il suo parente stretto che si occupa in prevalenza di drupacee.

Primo fase, lotta al parassita nella fase larvale. In questo periodo la farfalla si trova ancora nel suo stato larvale. Ho usato un insetticida a base di Bacillus thuringiensis. Un batterio che dovrebbe provocare la paralisi nelle larve di questi lepidotteri. Scrivo dovrebbe perche` e` la prima volta che lo uso e non mi voglio sbilanciare sulla sua efficacia.

Seconda fase, controllo del numero delle farfalle adulte. Con una bottiglia di plastica mi sono costruito una trappola. Ho tagliato il collo alla bottiglia e l'ho infilato nella bottiglia girato. In questo modo una farfalla puo` entrare ma non riesce piu` ad uscire.

Nella bottiglia ho messo una miscela per attirare le farfalle del parassita. La miscela ha la seguente composizione. Mezzo litro di vino, mezza stecca di cannella, tre cucchiai di zucchero e sei chiodi di garofano. Il tutto lasciato macerare per quindici giorni. Dopo questo periodo l'ho diluito con un litro e mezzo di acqua e ne ho messo mezzo litro per trappola.

Ho appeso le trappole agli alberi di mela e pera. Adesso aspetto per vedere se e quanto la cosa possa funzionare. Al massimo ho dell'ottimo vin brule` per questo inverno ;^)


.

Se ti piace quello che scrivo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog! Per maggiori informazioni sui feed, clicca qui!

6 commenti:

Emilio Andena ha detto...

Le trappole fatte con le bottiglie le uso sul fico per catturare vespe e calabroni, come esca uso dei fichi in avanzato stato di maturazione e funzionano abbastanza bene....bisognerebbe sperimentare qualcosa di simile anche per le talpe.

losmogotes ha detto...

non so se può essere utile???

http://www.serbios.it/prodotti.asp?id=24&categoria=trappole

TroppoBarba ha detto...

@ Emilio Andena

A suo tempo le usero` anche per i calabroni. Sempre con un esca liquida, che spiace dirlo ma facilita la morte degli stessi.

Per le talpe in teoria potrebbe funzionare ma non riesco a trovare bottiglie abbastanza grosse... ;^)


@ losmogotes

Ogni informazione e` sempre utile. Grazie.

Novelinadelorto ha detto...

Barba sara che sn 1 pò superstiziosa ma ieri era 1a festa santa...:-(..nel mio paese dicono che porta male...cmq hai seminato patate x 1 riggimento...:-P

semola ha detto...

Non so se è la stessa cosa visto che tu parli di farfalle. Il mio povero melo è attaccato da un verme che scava nel tronco delle gallerie. Quel maledetto minatore butta fuori segatura ed escrementi. Posso salvare il melo? che trattamenti debbo farci? Aiutami e aiutalo.
Per i calabroni - nessuna pietà, sono vespe giganti assassine delle api. Volteggiano come falchi sugli alveari e rapiscono in volo le povere stanche bottinatrici che tornano col loro carico di polline.

TroppoBarba ha detto...

@ Novelinadelorto

Il discorso sarebbe lungo, ma per farla breve posso dirti che sono tendenzialmente ateo.

@ Semola

Devi localizzare il tipo di insetto. Forse puo` essere la Tentedrine europea della mela, o molto semplicemente una specie di tarlo.

Da qui senza vedere il malato ti posso dire poco. Infila un pezzetto di fil di ferro nei fori, per ammazzare l'insetto. Irrora con un insetticida la pianta. Il piretro dovrebbe andare bene. Poi ci sono tutta una serie di accorgimenti da fare in autunno per evitare che gli insetti nocivi arrivino sulla pianta.

Posta un commento