sabato 29 ottobre 2011

Verdure invernali


Finito il periodo di caldo anomalo, siamo tornati alla normalita`. Che dalle mie parti significa freddo e poi freddo e ancora freddo. Tempo da lupi e da verze. Fatte magari con un bel pentolone di polenta fumante.

Complice il caldo fuori stagione e l'impossibilita` di irrigare a dovere, la taglia delle verze non e` eccezzionale. Poi i vari bruchi bruchini bruchetti e cavolaie hanno dato il loro indispensabile contributo. Di una si sono pappati per benino l'occhio. Lasciando solo un moncherino, dal quale eroicamente la pianta ha tentato di ripartire.


I finocchi hanno fatto il loro sporco dovere. Nonostante un attacco di malbianco. Che avrei dovuto trattare con lo zolfo. Ma sono sempre restio a fare trattamenti. I finocchi avevano gia` una bella taglia, e non sarebbero cresciuti di molto.


Le macchie gialle dietro l'insalata sono i finocchi colpiti da mal bianco. Ed ecco un altro mistero. So benissimo a quale distanza vanno piantate le insalate. Misuro perfino, ma poi dico "mmm sembra troppo". E alla fine le pianto sempre troppo vicino. Un classico esempio di come la spannometrica non sia una scienza esatta.


Oggi primo raccolto di cavoletti di bruxelles. I presupposti per un annata ottima ci sono tutti. Questi sono ortaggi che mi accompagneranno fino alla primavera. L'anno scorso l'ultimo raccolto e` stato a meta` febbraio. Poi ho lasciato che le piante fiorissero. Ed e` un vero spettacolo vederle in fiore.


.

Se ti piace quello che scrivo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog! Per maggiori informazioni sui feed, clicca qui!

7 commenti:

blogredire ha detto...

Già,Quando mettiamo giù le piantine sembrano sempre troppo distanti,i miei cavolfiori si sono intrecciati.
I miei cavolini sono ancora molto indietro,ma quando li hai piantati?

Emilio Andena ha detto...

Quest'anno bruchi bruchini bruchetti e cavolaie hanno colpito duro anche il mio orto :-((

PattyLoc ha detto...

Io oltre a bruchini e bruchetti ho avuto anche l'afide ceroso (credo)sui cavoli; una pianta di cavolini era quasi polverizzata..cosa dici,va bene dare il piretro?

TroppoBarba ha detto...

@ Blogredire

Ho messo a dimora le piantine il 21 di luglio.

@ Emilio Andena

Mal comune... ;-)

@ PattyLoc

Well. Quando l'infestazione e` al culmine, e` sempre difficile riuscire a salvare la pianta. Se si hanno poche piante e` bene tenerle controllate e agire ai primi segni. Diciamo un po' prima che la pianta sia polverizzata.

Il piretro va bene. Ma tieni presente due cose. E` comunque un insetticida. Quindi uccide tutti gli insetti. Anche gli antagonisti naturali degli afidi. Se l'infestazione e` presa in tempo, il macerato di aglio da ottimi risultati. Anche il macerato di peperoncino, oppure un lavaggio con acqua e sapone. Insomma ci sono molti modi soft per elimare il problema. Pero` piu` e soft il metodo piu` e` alto l'impegno da parte dell'ortolano.

Credo tu abbia scelto il piretro perche` e` un insetticida naturale. Controlla che non sia a base di piretrine seintetiche, ottenute per sintesi chimica. In quel caso c'e` poco di naturale.

Spero di esserti stato utile. Ciao.

Zappatore a Tokyo ha detto...

Come sempre, tanto di cappello.

PattyLoc ha detto...

Grazie mille per la risposta. Non mi aspettavo gli afidi in questa stagione e sui cavoli, cercavo le cavolaie..presa dal panico ho usato il piretro perchè non ci sono molti altri insetti in giro e le coccinelle si vedono bene.. starò più attenta e controllerò la composizione del piretro. Grazie ancora!!!

TroppoBarba ha detto...

@ Zappatore a Tokyo

Tu mi sopravvaluti.

@ PattyLoc

Di nulla. Nell'orto come nella vita bisogna sempre stare all'erta. ;-)

Posta un commento