venerdì 24 dicembre 2010

Un libro piccino ma carino


Faccio cose. Vedo gente. Leggo libri. E tento sempre piu` disperatamente di trovare titoli decenti per i post del blog. Il freddo comincia a darmi alla testa. Per questo cerco di uscire il meno possibile.

Mi seppellisco sul divano con un quintale di coperte. Io e questo piccolo libro consigliato a suo tempo da Davide. Lettura piacevole, che mi ha fatto scoprire il sorprendente Capek.

L'uomo che ha inventato la parola Robot. Senza la quale non ci sarebbe stato il mitico ciclo dei Robot di Asimov. Ma questa e` tutta un altra storia.

Facendo violenza sulla mia indole caraibica cerco di uscire fuori. Ma quando mi trovo queste sorprese, non posso far altro che scappare nella mia tana.



Primavera mi manchi. Non potresti anticipare un po' il prossimo anno?


.

Se ti piace quello che scrivo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog! Per maggiori informazioni sui feed, clicca qui!

9 commenti:

davide ha detto...

Ciao TroppoBarba, quando una cosa ti manca (la primavera), cominci a parlarne (anch'io del resto ne parlo e mi manca). La tua foto la dice molto lunga sul freddo che fa dalle tue parti e penso che il tuo letargo sotto le coperte sia molto saggio. Un esempio da seguire ;-)
A presto,
Davide

TroppoBarba ha detto...

@ Davide

Hai troppo ragione. E pensa che quando ho fatto la foto il ghiaccio era gia` sciolto parecchio. I giorni precedenti era troppo pesante per poterlo tirare fuori. Ti diro` che passato il natale, sento quasi l'odore della primavera. Manca poco...

manu' ha detto...

Ciao Troppabarba,io oggi ho sentito nell'aria il profumo di giacinti e di bulbose...non disperare,la Primavera e' vicina !!!!ah,il letargo e' anche un mio sogno,mi staccherei le braccia,che di notte mi danno sempre fastidio,e svernerei sotto al piumone!!!

TroppoBarba ha detto...

@ manu'

Passato dicembre, adesso la strada e` in discesa. Anche se e` ancora lunga da qui alla primavera, mi autoconvinco che manca poco. E` l'unico modo per farcela.

Ma senza braccia come fai a grattarti le gambe? O togli tutto, o trovi qualcuno che te le gratti. :-)

manu' ha detto...

vedo che non sono solo io a soffrire di pelle che gratta...farei la gamba sinistra col tallone destro e viceversa!!ma la mia preoccupazione attuale e'che non c'e'una mattina che non mi sveglio senza un braccio e una mano formicolanti dal poco sangue...a te no?bastera' dormire proni?(mi e' impossibile)Per Primavera avro' un orto tutto mio,preparati ad una valanga di domande!!Ciao ;)

manu' ha detto...

Da"introduzione alla permacultura",che per ora e' il mio guru in fatto di progettazione di orto e frutteto:
-per creare un frutteto il modo migliore e' cominciare piantando leguminose che fissino l'azoto,trifoglio bianco,fagioli,erba medica.
-il nemico dei frutteti decidui e' l'erba infestante,la soluzione migliore consiste nel porre sotto le chiome una coltura non erbacea:bulbi,piante con radici a fittone,piante insettarie.
Che ne pensi?

TroppoBarba ha detto...

@ manu'

Mi capita a volte di perdere completamente l'uso dell'arto. Devo prendere il braccio sinistro col destro e metterlo in una posizione favorevole, finche` non ritorna una circolazione normale.

Ero convinto che per creare un frutteto si cominciasse col piantare alberi da frutto. :-)

Grazie per avermi dato la possibilita` per imparare una parola nuova, decidui.

Mi sembrano ottimi consigli. Non ti resta che provare. Senza scordati di tenermi costantemente aggiornato.

Coltivare un orto e` un esperienza totalizzante. Qualsiasi cosa significhi. :P

manu' ha detto...

Ciao Troppabarba,in questi giorni sono tornata al futuro orto,l'ho fotografato e ieri ho iniziato a fare un disegno piu' preciso di come,dove e cosa vorrei disporre nelle aiuole,fatto lista di ortaggi amati e immancabili(tantissimi!)Aperto la cassettina dei semi e trovato tra tanti fiori solo basilico,prezzemolo e pomodorini,fatta lista della spesa iniziale!!!Ancor da fare ricerca su cosa usare per formare una siepe e capire se al posto di vangare e rivoltare il terreno riesco a utilizzare la tecnica della pacciamatura a tappeto trovata nel libro guru.E poi vorrei fare un pergolato e in un triangolino piu' lontano rispetto all'orto piantare degli alberi da frutto.Bello,mi sto caricando!!!!

TroppoBarba ha detto...

@ manu'

Mi sembra tutto molto fantastico. Credo che per il primo anno non si possa fare a meno di vangare. Dipende da cosa c'era prima. Poi quando sei partita se segui il libro guru non dovresti farlo piu`. Al meno cosi` mi pare, visto che non l'ho mai fatto. Ciao.

Posta un commento