giovedì 31 dicembre 2009

Ultimo all'ultimo


Dimenticato sotto la neve. Troppo piccolo per essere preso in considerazione. Rimasto ultimo, senza i suoi fratelli con cui confrontarsi, ritrova una sua dimensione nell'orto. Cavolfiore monodose per single. Se fossi uno spregiudicato capitalista con la fissa del marketing potrei piazzarne a migliaia sul mercato. Ovviamente a prezzi astronomici.

Invece lo butto nella minestra della sera, insieme ai fagioli e a tutte le verdure che mi capitano sotto mano. Cottura a fuoco lento, pasta al farro, un filo d'olio di oliva. Carburante per gli unici botti che voglio sparare stasera. Economici, quasi innocui, che non fanno paura al mio terrorizzato mefistofelico cane nero. ;-P


.

mercoledì 30 dicembre 2009

lunedì 28 dicembre 2009

Prima durante dopo


Completamente fuori tempo, ecco la potatura dei salici. Per varie e incomprensibili ragioni ho mancato il mio solito appuntamento di ottobre con la capitozzatura dei salici. Questo tipo di potatura consiste nel tagliare tutto, lasciando il tronco nudo.

Potatura facile adatta anche ai novizi. Sto scherzando. In generale e` uno potatura che odio. Quando vedo i poveri alberi violentati in questa maniera mi si stringe il cuore. Ma nel caso specifico dei salici il discorso cambia.

Questi salici li tengo unicamente per avere i loro piccoli rami flessibili, che uso per legare i kiwi. Ecco svelato l'arcano. Faccio anche notare che questo tipo di salice sopporta egregiamente la capitozzatura.

Detto questo voglio lanciare un messaggio di fine anno:

Potate con prudenza,
dei rami la pianta non puo` fare senza.


.

giovedì 24 dicembre 2009

Atto dovuto


Si conclude con questo post la mia improbabile trilogia sulla neve. Nonostante la pioggia, che cade a intermittenza, la neve non vuole andarsene. Non ho potuto fare altro che arrendermi al nemico, e uscire a fare il pupazzo.

Non fatevi ingannare dall'atmosfera giocosa e gaia che subito suscita il piccolo uomo di neve. Resto un fermo e agguerrito fan dal clima caldo e caldissimo. Deciso oggi piu` che mai a emigrare in Marocco o in Rajasthan. :-)

Per chi se li fossi persi ecco il Capitolo primo e il Capitolo secondo.


.

martedì 22 dicembre 2009

Continua a non piacermi la neve


Come previsto la furibonda nevicata e` arrivata. Adesso anche io come Edera posso far vedere l'orto e la strada tutta sommersa dalla neve. Nonostante adesso il candido manto bianco sia uniforme, continua a non piacermi la neve.



Il mefistofelico cane nero invece sembra apprezzare. Non fa altro che correre su e giu`, mangiarla, scavare buche. Per l'occasione si e` trasformato in snowy snoopy dog, meglio conosciuto come l'abominevole husky delle nevi. Nella foto sta eseguendo un carotaggio esplorativo in cerca di un eventuale pozzo petrolifero.



Verso le quattro ha cominciato a cadere una pioggerellina fine. A contatto col manto nevoso si e` subito ghiacciata. L'effetto, che la foto non riesce a dare a pieno, e` quello di una glassa per torte. Nei prossimi giorni e` prevista pioggia. Speriamo che tolga di mezzo tutta questa neve.


.

sabato 19 dicembre 2009

Non mi piace la neve


D'impulso avrei voluto intitolare questo post "odio la neve". Ma sarebbe stata solo una ripicca infantile. Fra l'altro non penso proprio che alla neve freghi molto di quello che penso di lei. Per la verita` non e` neanche del tutto esatto che non mi piace. E` solamente arrivata nel momento sbagliato.


Ho ancora tutto da fare. Sistemare i cumuli, spargere il letame, vangare la terra. Mi irrita non poter fare i lavori nei tempi previsti. L'anno scorso avevo gia` tutto sistemato quando e` arrivata la neve. Quindi l'ho accolta con un altro spirito.

Adesso tutti i miei progetti riposano sotto un manto bianco. Le previsioni dicono che fra lunedi` e martedi` prossimi ne cadra` ancora almeno venti centimetri. Non e` neanche tanto la neve che mi urta. Il freddo, e` quello che non riesco a sopportare. La parte ludica delle nevicate mi attira. Sono sempre pronto a tirare una palla di neve o a fare un pupazzo.

Se potessi avere poteri illimitati una delle prime cose che farei sarebbe l'eliminazione del freddo. Lasciando pero` intatti i ghiacciai. Non fate i pignoli ho parlato di poteri illimitati. Ma prima ovviamente penserei alle carie. E penso che nessuno ne sentirebbe la mancanza.




Un tantino fuori dalla mia portata. Se pensate che non riesco nemmeno a fare una cosa semplice come fare una scritta nella neve. Prima avevo l'intenzione di scrivere http://ortofrutta-dal-campo.blogspot.com. Ho fatto una simulazione e mi sono reso conto che era troppo lunga. Allora ho optato per un piu` semplice troppoBarba. Ma solo dopo essere arrivato a tro ho capito che era comunque troppo lungo.

Mi e` rimasto solo troppo. Il barba per favore mettetelo voi usando un po' di fantasia. :-)


.

sabato 12 dicembre 2009

Cumulo ululì compost ululà



Aspettando la neve, promessa per domani, pomeriggio passato nel campo e fare"ordine". Il mai troppo lodato cumulo e` stato diligentemente rivoltato e spostato. Dopo un attenta analisi del convulso e approssimativo piano organico delle semine 2010, mi sono prontamente accorto che il cumulo era proprio in mezzo ai pomodori.

Da qui l'urgenza di spostarlo in altra zona. Ho colto cosi` l'occasione per dare un sana girata alla massa in compostaggio. La prima meta` era perfettamente compostata. Il restante cumulo non e` ancora maturo al punto giusto, ma ho ancora alcuni mesi prima che venga il momento di metterlo in campo.

Il compost maturo e` di un bel colore nocciola scuro, simile al caffe`. Si sbriciola facilmente, non ha odore, e non contiene nessun tipo di verme, vermetti e affini. Al contrario del compost in lavorazione in cui vermi vermetti e lombrichi abbondano. Se girato e areato a dovere non puzza particolarmente.



Eccolo nella sua nuova posizione. Come potete vedere dalle foto l'erbaccia quest'anno non mi ha dato scampo. Ricopre tutto come una coperta verde. Difende il terreno dall'erosione. Ingrossa il cumulo e ingrassa la terra. Ma comporta anche un lavoro supplementare nella preparazione del terreno per la semina.

Gli scarti dell'orto che diventano concime per l'orto. La perfetta quadratura del cerchio. Adoro il cumulo e il compostaggio oltre i ragionevoli limiti del buon senso.


.

sabato 5 dicembre 2009

I frutti del nocciolo


Ecco quello che ha prodotto il nocciolo che ho piantato quest'anno. Niente nocciole ma solo queste piccole pannocchie. Da quello che ho capito dovrebbero essere i fiori maschili. I fiori femminili sono molto piu` piccoli e nascosi. Infatti non sono ancora riuscito a individuarli. Non che ci abbia dedicato molto tempo. Mi riprometto di farlo la prossima volta. La pianta promette bene, chissa` se l'anno prossimo potro` avere qualche nocciola.


.