giovedì 23 agosto 2012

Qualcosa mi sfugge


Mi sono dato una regola per questo blog. Nessun post fuori tema. Qui si parla di frutta e verdura dal campo. A volte di api, che pero` sono nel campo e che quindi hanno tutte le carte in regola. Nei settecento e passa post di questo blog ho gia` infranto altre volte questa regola. E adesso lo sto per fare ancora.

Ci sono alcune cosette che non riesco a capire. Sono ormai alcuni anni che da tutte le parti non si perde l'occasione per strombazzare che siamo in crisi. La crisi di qui la crisi di la, la crisi colpisce duro, bla bla bla, yoda yoda yoda.

Che poi alla fine uno si mette anche paura. Poi leggi notizie come questa: "Usa: 40% cibo va in spazzatura". E allora pensi "mumble mumble", strano. Ma non ci fai neanche troppo bada, perche` sei preso a pensare che c'e` la crisi.

Ma ecco che proprio nel bel mezzo delle vacanze, quelle fatte in tempo di crisi, ti arriva il notizione. Ieri era l'overshoot day. E che e`? Praticamente ieri ci siamo finiti tutto quello che c'era in dispensa. Adesso si campa a debito.

E allora di nuovo pensi "mumble mumble", strano. C'e` crisi, quelli sprecano, ce siamo magnati tutto. E tutti in coro che solfeggiano "sadda cresce". Bisogna stimolare la crescita. Piu` spreco, l'overshoot day deve arrivare il due gennaio.

Non pretendo di avere una spiegazione e nemmeno mi sogno una soluzione. Intanto ci metto la rima che un po' di poesia aiuta sempre. Ma mi pare proprio che non sia un problema di crisi o di crescita. Manca equita` e un progetto sociale lungimirante.

Unico inghippo? L'essere umano e` troppo s****zo per cambiare rotta. Alla fine mi tocchera` ritornare sul mio pianeta di origine. ;-P



.

Se ti piace quello che scrivo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog! Per maggiori informazioni sui feed, clicca qui!

9 commenti:

enrico's garden experience ha detto...

condivido in pieno.. anzi mi fanno incazzare quella gente che dice che non c'e' lavoro ma quando vai al centro del lavoro o apri un quotidiano ci sono offerte di lavoro.. e poi ti trovi i soliti che mentre cercano lavoro scendono con il dito a meta' pagina, ma come le prime proposte non sono buone? non e' meglio un lavoro da due soldi o niente? poi c'e' gente che si lamenta che non possono mangiare e nello stesso tempo vanno in giro con l'iphone...ora ricordo xke' ho lasciato l'italia...

Marta nell'orto ha detto...

Vista la foto, pensavo che parlassi di cactus! cmq concordo. I soldi ci sono ma se li stanno pappando in pochi.

Cri ha detto...

Secondo me c'è qualcosa che sfugge a praticamente tutta la popolazione, o quantomeno a quel famoso 99%, sfuggono concetti come ad esempio che ilcapitalismo è un totale fallimento, che la corruzione dilaga su tutto il pianeta, che i medicinali fanno bene solo alle grandi case farmaceutiche e concetti simili. Non so cosa dovrà succedere perchè le persone si sveglino e qualcosa si ribalti radicalmente, a volte davvero non vedo la luce..
Bello e utile il tuo blog, ti inserisco nel mio blogroll e ti seguirò!
ciao
cri

TroppoBarba ha detto...

@ enrico's garden experience

Concordo sul fatto iphone e robe simili. Non sul fatto del lavoro da due soldi. O meglio, credo il mio tempo valga piu` di due soldi. E anche il tempo degli altri. Ma ho capito cosa intendi. Se non facesse cosi` freddo potrei farci anche io un pensierino sull'Inghilterra. Guardo con piu` simpatia al Marocco. ;-)

@ Marta nell'orto

La foto voleva essere un fine allegoria sui tempi che stiamo vivendo. Una metafora... arte concettuale... insomma quella c'era, quella ho messo.

@ Cri

Bello? Utile? Il mio smisurato ego ringrazia. E per commenti come questo che faccio andare avanti il baraccone. Hai letto Fahrenheit 451? Hai presente come va a finire? Piu` o meno siamo li.

mantide ha detto...

sono proprio gli argomenti fuori tema quelli più interessanti...

l'aumento del petrolio nel nostro paese ha causato un forte calo di richiesta di questa materia prima...la cosa è buona sotto il profilo ambientale, ma è meno buona da un punto di vista economico il paese ci dicono produce poco.
Ma mentre in italia si registra questo calo in altri paesi aumenta la richiesta...
un mio amico per lavoro è spesso in america, li mi dice che il "borghese medio" consuma e spreca nonostante la crisi...

Non vorrei che mentre noi ci sforziamo per il raggiungimento di scopi nobili altri se ne sbattono e continuano a vivere al di sopra delle loro possibilità...


Ortobello Road ha detto...

non credo che questo post sia affatto un fuori tema.
Anzi per lo meno per il mio blog, questi pensieri sono proprio le radici su cui vogliamo far crescere qual cosa di diverso , per lo meno un tentativo di percorrere strade vecchie e nuove ma di cambiar rotta. Anche in Italia si butta in pattumiera il 30% del cibo della dispensa comperato...se fatichi a coltivartelo inizi anche a non sprecarlo ed averne più rispetto. Spero che sempre più gente metta mani nella terra gli servirebbe a tenere anche i piedi per terra ed essere più concreti nelle scelte di ogni giorno.
ciao Pat

l'ortolano ha detto...

Ha ragione ortobello, la fatica ti fa apprezzare di più ciò che raccogli! Forse è vero che ci sono in giro molti disertori della vanga a cui farebbe bene un po' di duro lavoro......
Ma quando dico così mi dicono che sono reazionario!
Scusa lo sfogo!

Fer Mala ha detto...

Non sei mai fuori tema. Io giro e non vedo crisi. A volte sono ad augurarla chissà che non si viva maggiormente vicino alla natura. Condivido molti dei commenti che mi hanno preceduto.

TroppoBarba ha detto...

@ Mantide

Va bene produrre, va bene crescere. Ma per cosa? Se oggi mangio un piatto di spaghetti, domani ne devo mangiare due per far crescere il pil?

@ Ortobello Road

Studenti al lavoro nei campi. Come faceva il buon vecchio Mao. Io ci scherzo, ma la questione e` veramente troppo complicata. Non vedo soluzioni fattibili nel breve periodo.

@ l'ortolano

Disertori della vanga, mi suona bene. Se non avessi la vanga in mano ogni giorni mi piacerebbe farne parte. Il fascino del lato oscuro. Se ci sono cosi` tanti disertori un perche` ci sara`? Vogliamo tirare in ballo il sistema educativo?

@ Fer Mala

La buonanima di mia nonna soleva dire spesso "troppa abbondanza, ecco il problema di oggi". Ovviamente in dialetto.

Posta un commento