domenica 22 gennaio 2012

Speranze poche


Questa settimana le temperature notturne hanno toccato i meno otto. Un gelo micidiale che ha completamente bruciato il povero Jabba.

Non credo ci sia molto da fare. Anche se arrivati a questo punto Jabba restera` nel suo sarcofago fino a primavera. C'e` sempre quell'un per cento di imponderabile pronto a stupirci.

La mia preoccupazione piu` grande era la mancanza di luce nel sarcofago. Invece e` stato il gelo a fregarmi. L'anno prossimo piantero` i semi direttamente in un vaso, in modo da evitare lo shock del trapianto. E poi curero` molto di piu` la ciobentazione del sarcofago.


.

Se ti piace quello che scrivo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog! Per maggiori informazioni sui feed, clicca qui!

19 commenti:

blogredire ha detto...

Amen e così sia.

luby ha detto...

noooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

poteva vivere ancora e magari sfangare anche la profezia dei Maia
:((((

Anonimo ha detto...

Un dubbio mi assale ultimamente e vorrei renderti partecipe e chiederti un parere,durante l'inverno la mia stufa a legna produce ovviamente della cenere,secondo te è corretto buttarla nell'orto in modo che a primavere vangandolo si mescoli? dà un qualcosa in più o non serve a nulla? grazie.
Gianluca

Vera ha detto...

Casa tua ha delle scale interne?
Se io avessi un Jabba da salvare e delle scale di casa dotate di un minimo di finestre proverei a metterlo li, senza coibentazione.
Non ho scale ne Jabba freddolosi, ma ho piante ornamentali che fuori muoiono e dentro pure e una vicina gentile con le scale adatte... Funziona.

@ Anonimo dipende, dipende... come è il tuo terreno? acido? alcalino? neutro? sciolto? argilloso?
Andateci piano con la cenere, apporta sali minerali, soprattutto potassio (K), ma può fare anche danni. E'alcalinizzante, può rovinare la struttura dei terreni argillosi, può "bruciare". I terreni italiani sono solitamente ben dotati di potassio. Usala per dissuadere le lumache (anche se non è che faccia molto un po' serve e magari per farci la soda da usare come energico detergente.

Spirulina ha detto...

Nooooo!!! R.I.P. Jabba!
Però mi hai fatto venire voglia di seminarne uno anch'io ....in memoria di Jabba. Visto il mio amore per gli spaghetti aglio olio e peperoncino...ho deciso che proverò. Puoi illuminare una "ignorante" in materia come me sul periodo migliore? Grazie.

pontos ha detto...

Ma nooo, dai è tutto l'inverno che seguo le vicessitudini di questa pianta e adesso mi vieni a dare queste notizie? Vabbè, poi magari accadrà davvero il miracolo.

Purtroppo, per esperienza, molte piante reggono, reggono, reggono tutto l'inverno con nostra grande felicità ma poi muoiono all'improvviso lo stesso -_- È il triste destino di noi amanti del verde vedere queste cose.

Jabba o non Jabba continuerò a seguirti lo stesso :)

Buona continuazione!

TroppoBarba ha detto...

@ Blogredire

La messa e` finita andate in pace...

@ Luby

Io nutro ancora qualche insensata speranza. Per i maya non c'e` pericolo, parola di TroppoBarba.

@ Gianluca

Dipende anche da cosa ci bruci nella stufa. Solo legna, o anche carta di giornale, o legna con della colla, o altro.

La cenere e` un ottimo concime. Ma come dice Vera, va usata con criterio. Cosi` come tutti i concimi.

@ Vera

Solo scale esterne. Che non penso vadano bene. Chiedero` asilo politico a Cuba. ;-)

@ Spirulina

Non e` tanto il periodo. Sono le temperature che contano. Il peperoncino e` una pianta tropicale. Primo lo semini meglio e`. Qui al nord non se ne parla prima di febbraio/marzo, in coltura protetta. Da te che temperature ci sono?

@ Pontos

Grazie. Ci avevo quasi creduto. Ma il destino ha voluto diversamente. Come al solito barcollo ma non mollo. Dopo tutto ci resta sempre il domani.

Anonimo ha detto...

Grazie per il consiglio,io brucio solo faggio,al limite qualche pezzo di abete,ma solo per accendere,nemmeno un foglio di carta,non serve.C'è un modo senza investire un capitale per capire se il mio terreno è acido,alcalino o altro?grazie.Gianluca

TroppoBarba ha detto...

@ Gianluca

A grandi linee un terreno sabbioso e` acido mentre uno argilloso e` alcalino. In farmacia vendono le cartine di tornasole, con le quali puoi farti un idea generica. Non e` precisissimo ma e` economico e facile da eseguire. Qui spiegano cosa fare:

http://www.giardinaggioindoor.it/2009/02/27/capire-se-il-terreno-e-acido-o-alcalino/

Anonimo ha detto...

Grazie!
Gianluca

l'ortolano ha detto...

Anchio Credo che il problema sia delle temperature. L'inverno passato ho provato a mettere nella serra (non riscaldata)delle piante di pomodori nei vasi, avevano fiorito e fatto i primi piccoli frutti ma quando la temperatura è scesa molto si sono gelate, al contrario di altre piante del giardino che tutti gli anni ricoveriamo nella serra!

TroppoBarba ha detto...

@ Gianluca

Prego :-)

@ L'Ortolano

Urge trovare una soluzione.

Spirulina ha detto...

Nord Ovest - A ridosso delle montagne - 420 mt. slm - Freddo. Meglio marzo eh?

TroppoBarba ha detto...

@ Spirulina

Se le puoi tenere in casa o in serra va bene anche febbraio. Altrimenti marzo, ma non troppo tardi o non avranno il tempo per crescere e fruttificare prima del ritorno del freddo.

mauri ha detto...

Il sarcofago mi ricorda l'antico Egitto, era per le mimmie ed erano tutte morte, ma non potevi provere con la borsa dell'acqua calda?, oppure se ti veniva complicato, potevi regalargli una vacanza ai tropici e lo accompagnavi per non farlo sentire troppo solo?, per me era l'unica una vacanza al caldo, gli avrebbe giovato alla salute.
Comunque condoglianze io lo considero sicuramente spacciato, non si riprende nemmeno se gli fai la respirazione bocca a bocca.

L'economa domestica ha detto...

Noooooooo!!! (La risposta di Luke alla frase "Io sono tuo padre")

TroppoBarba ha detto...

@ Mauri

Il tuo consiglio sulla borsa dell'acqua calda mi ha visto subito visto entusiasta. Per una buona ora ho veramente creduto di avere la soluzione in mano. Poi pero` mi sono reso conto che l'acqua calda diventerebbe fredda molto in fretta. Questo implicherebbe un ricambio troppo frequente. Sia di giorno che ovviamente di notte.

La vacanza ho invece ho subito capito che non poteva andare. Primo punto dolente il fattore soldi. Poi non credo di poterlo imbarcare come baglio a mano. In un ultimo in alcuno paesi e` vietato introdurre speci vegetali.

L'ultimo punto penso sia una battuta ma per sicurezza te lo dico lo stesso. Non si puo` fare la respirazione bocca a bocca ai vegetali. In quanto non sono dotati di un apparato respiratorio simile a quello degli animali.

Ti ringrazio comunque per l'interessamento, se ti viene in mente dell'altro ti prego di rendermi partecipe.

Ciao.

@ L'economa domestica

Potente e` il lato oscuro.

Ale ha detto...

News dal povero Jabba?

TroppoBarba ha detto...

@ Ale

Penso non ci sia piu` nessuna speranza. Piu` per follia che per altro, lo tengo ancora nel sarcofago. Ma ci vuole molto piu` di un miracolo.

Posta un commento