mercoledì 5 gennaio 2011

Che fine fanno i sogni


Comincia un nuovo anno. Si apre un altro ciclo. L'uomo comune non ha sentore di nulla. Ma l'ortolano gia` sente che le giornate si allungano. Vede i primi segni della nuova bella stagione. Immagina e sogna. Che fine hanno fatto i vecchi sogni dell'anno passato?

Il naga, l'anguria, le fragole e le api. Di questo scrivevo nel freddo di un anno fa. Nella brutta stagione col riposo forzato, gli zuccheri non possono essere consumati con lo sforzo fisico. Cosi` si accumulano nel corpo e capita che arrivino fino al cervello. L'ortolano diventa filosofo. E comincia a sognare.

Il naga, non ha dato i risultati sperati. I semi acquistati via internet di sono rivelati un colossale bidone. Uso il termine colossale solo perche` fa scena, ma in effetti non e` vero. Ho capito che non mi importa avere a tutti i costi il peperoncino piu` piccante. Mi basta avere il peperoncino piu` gustoso. Per questo motivo mi limitero` a coltivare l'amato cayenna, e il profumatissimo habanero.

Non mollo un millimetro invece sul fronte innesto dell'anguria. L'insuccesso dell'anno passato mi e` rimasto di traverso. Quest'anno o si innesta l'anguria nella zucca o si muore! Perbacco!



Sono troppo curioso di vedere come si evolvera` il fragoleto. Per adesso e` una giungla. Le piante sono ancora molto verdi, me le sarei aspettate piu` moribonde in inverno. La neve la ha schiacciate e qualche foglia e` marrone, ma nel complesso sono ancora bellissime.

Sicuramente l'aspetto caratterizzante di questo anno appena passato e` stato il mio incontro con le api. Ricordo come se fosse ieri il mio primo contatto con le simpatiche apine. Prendersi cura di un alveare e` sicuramente fra le cento cose da fare prima di morire.

Le api sono entrate di prepotenza nella mia vita. E credo che resteranno per parecchio tempo. Aldila` del miele prodotto, degli sciami recuperati, di quante famiglie passeranno l'invero. E` la passione che mi e` nata, la cose piu` importante.

Senza quella non bastano quintali di miele per convincere una persona sana ad avvicinarsi ad un alveare. Perche` la api sanno essere cattive. E anche se di storie se ne raccontano tante, e` dura, c'e` da sgobbare.

Fortunatamente in mio soccorso non arriva solo la passione ma anche la follia. Indispensabile per portare a successo qualsiasi impresa umana. I sogni per questo duemilaundici? Tanti, grossi e piccoli. Uno in particolare mi sta molto a cuore. Ma per ora e` un segreto. Stay tuned! ;-)


.

Se ti piace quello che scrivo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog! Per maggiori informazioni sui feed, clicca qui!

8 commenti:

blogredire ha detto...

L'esperimento anguria-zucca ce l'ho ancora nel gozzo,a causa della mia impazienza ho rovinato l'unica anguria riuscita.
Auguri per i tuoi sogni.

luby ha detto...

incrocio le dita per te!
ogni anno porta con se speranze,siamo tutti in attesa del loro evolversi!

Emilio Andena ha detto...

Spero che il segreto non duri a lungo e che questo nuovo sogno non sottragga tempo ed energie alla cura dell'alveare.

TroppoBarba ha detto...

@ Blogredire

Grazie. E ricorda che siamo in gara per le angurie in questo nuovo anno. :-)

@ Luby

Grazie. Incrociane piu` che puoi. ;-)

@ Emilio Andena

E` strettamente legato alle api. Non dico nulla di piu` per scaramanzia. E anche perche` ho letto in un blog che spiega come scrivere un blog, che bisogna lasciare i lettori con un po' di curiosita`. ;^)

pier ha detto...

Auguri Barba!

TroppoBarba ha detto...

@ Pier

Grassie. :-)

mascalzone ha detto...

Ciao Barba, tanti auguri di un buon inizio. Vorrei farti un regalo, perchè non mi invii il tuo indirizzo? Ciao caro

TroppoBarba ha detto...

@ Mascalzone

Grazie. Sei molto gentile.

Posta un commento