lunedì 2 febbraio 2009

Falsa partenza

Ecco fatto. Mi ero lanciato come un treno. Avevo tirato fuori tutti gli attrezzi, ripuliti e sistemati per la nuova stagione. Avevo controllato le sementi, custodite con amorevole cura. Avevo cominciato a preparare e lavorare il terreno per gli spinaci.

E che ti combina il pianeta terra? Ti scarica dieci centimetri di neve. Dieci centimetri di troppo. Dieci centimetri che mi spezzano le gambe nella corsa verso la bella stagione. Dieci pesantissimi centimetri che mi schiacciano il morale al minimo.

Non solo si allungano i tempi, ma con il tipo ti terreno che c'e` nel campo finisco nei guai veri. Il terreno nel campo e` gia` di suo un terreno molto compatto, quasi argilloso. Pesante oltre ogni ragionevole dubbio.

Questa neve e la pioggia che l'ha seguita non ha fatto altro che trasformare il campo in una simil-palude. Difficile da lavorare, difficile da seminare ma soprattutto difficile per le piante crescervi.

Io amo disperatamente il sole. E mai come nel mio caso non e` assolutamente vero "lontano dagli occhi lontano da cuore". Sono mesi che non lo vedo ma lui, il sole, c'e` sempre nel mio cuore.

Nulla. Non c'e` nulla da fare. Posso solo aspettare con stoica rassegnazione che il sole torni a baciare il campo e me. A questo punto non so quando seminero` gli spinaci.

Quanti sono quelli a cui piace la neve? Io la ODIO!!!


.

Se ti piace quello che scrivo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog! Per maggiori informazioni sui feed, clicca qui!

2 commenti:

l'ortolano improvvisato ha detto...

Io ne ho visto talmente tanto di sole in vita mia che qualche volta un po' di neve non mi dispiacerebbe..

TroppoBarba ha detto...

Dove abiti?

Ho visto che mi hai linkato nel tuo blog. Sono commosso grazie. Non manchero` di seguire le tue vicende. A presto.

Posta un commento